Come Effettura Il Trattamento Clorazione D’Urto per Piscine Fuori Terra

Se avete una piscina, sapete cosa può accadere se non vi prendete cura dell’acqua. Trattare una piscina con sostanze chimiche è praticamente l'unico modo per evitare che vi crescano e moltiplichino batteri e alghe all'interno. È richiesta molta diligenza per mantenere una piscina fuori terra sana ed evitare che l’acqua diventi torbida. Tuttavia, il vostro lavoro può essere molto più facile se effettuate il trattamento shock della piscina anche detto clorazione d'urto o trattamento d'urto.

Che Cos'è il Trattamento Shock

Ogni volta che entrate nella vostra piscina, state aggiungendo agenti inquinanti all'acqua. Non c'è un vero modo per evitare che ciò accada. La pelle è continuamente esposta ad agenti inquinanti, si perdono capelli, si ha del sapone, profumi, deodoranti o creme sul corpo che poi si possono diffondere nell’acqua. Anche Madre Natura contribuisce ad aggiungere agenti esterni nella piscina, anche con la migliore copertura. Ci saranno sempre polvere e polline nell'aria, così come le foglie. Tutte queste cose possono avere un impatto enorme sull'acqua e, purtroppo, il vostro Maytronics Dolphin 2001 da solo non sarà in grado di rimuoverli. Pertanto, la maggior parte delle persone mette il cloro in piscina e si dovrebbe continuare a fare ciò anche se fate il trattamento shock, per il semplice fatto che il cloro uccide i batteri e distrugge tutti i contaminanti che vengono a contatto con l'acqua.

Una volta che il cloro ha attaccato le cose indesiderate all'interno della piscina, ha fatto il suo lavoro e non è più un cloro attivo. Questo può rendere l'acqua della piscina ancora più torbida a meno che non si elimini. È qui che entrano in gioco i trattamenti shock.

Il trattamento shock serve ad ossidare il cloro inattivo, trasformandolo in un gas che viene poi rilasciato nell'aria. Saprete che sta funzionando, perché sentirete l’odore del cloro una volta rilasciato nell'aria. Ossidando il cloro, la vostra piscina diventerà limpida e più divertente per tutti, perché nessuno vuole fare il bagno in una piscina che sembra sporca.

Il Miglior Prodotto Per Il Trattamento Shock Piscina

Clorchoc by Spool (Gre)

Se siete alla ricerca di un buon trattamento shock, potete prendere in considerazione questo prodotto. Chlorchoc by Spool è conveniente e uccide tutti i batteri e le alghe per darvi una piscina cristallina. È utilizzabile in tutti i tipi di piscine. È perfetto per ridurre l’odore di cloro e l’irritazione oculare. Inoltre non aumenterà il livello di pH della vostra piscina

Quando Effettuare il Trattamento Shock per Piscina

La maggior parte dei trattamenti shock dovrebbe essere fatta durante le ore notturne. Il sole farà evaporare il cloro troppo rapidamente e i trattamenti si dissolveranno prima di ossidare. È importante farlo di notte anche perché la maggior parte dei trattamenti non permette di nuotare in piscina per circa 8 ore. Prima di iniziare il trattamento bisognerebbe passare l’aspiratore e assicurarsi che qualsiasi detrito di grandi dimensioni sia stato rimosso (come foglie, ghiande, ecc). Si consiglia un robot aspiratore, come il Maytronics Dolphin 2001, per ridurre la manutenzione manuale.​

Ogni Quanto Effettuare Il Trattamento Shock

Sarebbe opportuno testare l’acqua della piscina ogni settimana. Se non lo fate, dovreste. La maggior parte delle volte, i test vi diranno la quantità di cloro libero o totale presente nell’acqua. Più cloro libero avete, più sarà efficace l’eliminazione dei batteri. Il cloro totale dice quanto cloro è stato usato nell’acqua fino al momento del test. Se il totale supera le quantità di cloro libero, un trattamento shock sarà l’ideale. Senza un kit per testare l’acqua, se sentite un forte odore di cloro, dovrete nuovamente prendere in considerazione un trattamento shock perché può significare che lo sporco nella piscina abbia raggiunto livelli molto alti.

Un trattamento shock può essere una buona idea anche quando l’uso della piscina è maggiore magari per via di visite di amici, o dopo forti piogge e venti, e ovviamente, dopo aver cambiato l’acqua alla piscina. Il trattamento shock riporterà i livelli ai limiti di sicurezza.

Come Effettuare il Trattamento Shock Piscina

Prima di decidere come effettuare i trattamenti shock, dovrete prima capire quali sono i trattamenti di cui avere bisogno. Ci sono 4 tipologie disponibili. Ognuna di esse è adatta ad aree che possono avere problemi specifici.

Shock di Ipoclorito di Calcio​

​Questo trattamento shock è il migliore tra tutti. Contiene il 65% di cloro e aggiunge calcio all’acqua. Dovete dissolverlo in un secchio da 19 litri d’acqua prima di aggiungerlo alla piscina per renderlo più efficiente. Questo processo gli darà la possibilità di dissolversi completamente prima di entrare nell’acqua della piscina dove invece avrebbe potuto non dissolversi e formare candeggina nella piscina. Bisogna fare il procedimento di notte perché poi non si potrà nuotare per 8 ore.

Shock di Ipoclorito di Litio​

Se c’è già del calcio nell’acqua, perché aggiungerne ancora? Questo trattamento è privo di calcio e non avrete bisogno di dissolverlo prima di metterlo in acqua. Sarà però ancora necessario farlo di notte perché non si potrà nuotare per 8 ore.

Shock di Di-Cloro​

​Questo trattamento shock è ottimo se vivete in zone calde. Aggiunge acido cianurico che è uno stabilizzante del cloro per prevenire la perdita veloce del cloro per colpa del sole. Non è necessario pre-dissolverlo, ma bisogna farlo di notte e aspettare 8 ore prima di nuotare.

Shock di Potassio Perossimonosolfato o senza cloro​

Alcune persone usano bromo al posto del cloro nelle loro piscine. Se siete tra loro, potete usare questo trattamento. È privo di cloro, non ha bisogno di essere pre dissolto, può essere aggiunto in qualsiasi momento, e potrete tuffarvi in piscina dopo soli 15 minuti. Se invece usate il cloro, potrete ancora aggiungere questo trattamento in sicurezza.

Una volta individuato il trattamento che fa al caso vostro, dovrete seguire alcuni passi per assicurarvi di fare il trattamento in modo sicuro e corretto. Questi passi includono l’utilizzo di guanti e protezione per gli occhi per evitare che della polvere vi infastidisca, indossare vestiti vecchi per evitare di scolorirne alcuni buoni, usare acqua calda per dissolvere i trattamenti e mescolare con un bastone di legno. La chiave sta nell’aggiungere il trattamento alla piscina lentamente, a prescindere che sia pre dissolto o meno.​


Come Effettura Il Trattamento Clorazione D’Urto per Piscine Fuori Terra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *